Esterni

Ristrutturazione di edifici

Edificio contemporaneo – Viale Poetto

Viale Poetto

UBICAZIONE DELL’OPERA

Il moderno edificio si affaccia in un’importante arteria  che conduce alla spiaggia di Cagliari. Tutti i suoi quattro prospetti sono visibili sia dalla strada sia dai marciapiede.

STATI DI DEGRADO

L’intervento, più che essere di tipo conservativo, mirava all’eliminazione di errori di posa costruttiva che generavano, al lato pratico, delle importanti manifestazioni di dissesto difficilmente sanabili con fasi lavorative  tradizionali e standardizzate. La struttura in cemento armato, anziché essere allineata con le tamponature perimetrali, risultava essere notevolmente rientrata  e ricoperta di laterizio. Tale laterizio, perciò, era poggiato o, ancora peggio, parzialmente poggiato e quindi non solidale. Benché il procedimento fosse utile per migliorare il rendimento energetico (si bloccava il ponte termico tipico del calcestruzzo armato), rendeva precaria la struttura e generava fessurazioni in cui l’acqua meteorica si incanalava provocando distacchi, macchie e fratture profonde.

OBIETTIVI DELL’INTERVENTO

L’intervento avrebbe dovuto necessariamente sanare le cause generatrici dei dissesti e migliorare l’aspetto visivo dello stabile, lavorando sulle finiture e sui cromatismi.

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO

Dapprima si è intervenuti con la demolizione di qualsivoglia fatiscenza e con la messa a nudo di ogni pilastrata o travatura in cemento armato e, successivamente, con la creazione di mensole strutturali in cls armato, rese solidali alle strutture primarie mediante profonda inghisatura per la creazione di opportune gabbiature;  le colate di leghe tixotropiche hanno consentito la creazione di cordolature strutturali su cui gli elementi di laterizio potevano adagiarsi. Gli interventi alla struttura portante sono stati completati con l’inserimento di gabbie in fibra di vetro (per le difficili connessioni tra laterizio cementi armati) ancorate a colla e ricoperte da leghe cementizie elastiche.
L’impianto idrico condominiale, gestito da un unico contatore, è stato integralmente ridisegnato dando la possibilità, ad ogni singolo appartamento, di possedere una propria linea gestita da un contatore distinto e dotato di valvole di ritegno e opportuni riduttori di pressione regolabili.
Le infiltrazioni delle acque meteoriche nei lastrici sono state bloccate mediante la demolizione e il rifacimento completo dei piani di calpestio. I manti elastici sono stati eseguiti con materiali e con tecniche innovative per lo smaltimento delle meteoriche. L’intervento è stato completato con i cicli conservativi standardizzati per risanare i ferri d’armatura, gli intonaci e le pitture bucciate.